Ultime disposizioni in materia di Qualità della Normazione contenute nell'ordinamento campano

Empty

La Legge 180/2011“Norme per la tutela della libertà d'impresa. Statuto delle imprese”, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del 14 novembre 2011, contiene un corposo pacchetto di misure inerenti la semplificazione e la qualità della normazione suscettibili di applicazione a tutti i livelli di Governo, con particolare riguardo all’impatto della regolamentazione sulle PMI. La Regione Campania ha recepito tali principi nel proprio ordinamento ed infatti, con la Legge Regionale n. 1 del 27 gennaio 2012 “Disposizioni per la formazione del Bilancio annuale 2012 e pluriennale 2012 – 2014 della Regione Campania (Legge Finanziaria regionale 2012)”, al comma 5 dell’art. 41 – “Piani Regionali a favore delle imprese” ha stabilito che “….la Regione predispone un Piano regionale di attuazione dello Statuto delle Imprese (PRASI), mediante la sperimentazione e l’implementazione di sistemi e procedure per la valutazione dell’impatto delle iniziative legislative e regolamentari sulle imprese e per l’attuazione delle altre previsioni della legge 180/2011 (riduzione e trasparenza degli oneri amministrativi, compensazione degli oneri, rapporti con la pubblica amministrazione), anche funzionalmente alla stipula degli accordi o intese in Conferenza Stato-Regioni previsti dall’articolo 19 della suddetta legge. All’attuazione del piano si provvede, utilizzando tutti gli strumenti finanziari a disposizione.”.
Tutte le novità relative all’inserimento nell’ordinamento campano dei principi sulla qualità della formazione, nonché i contenuti del provvedimento sopracitato, saranno, tra l’altro, oggetto dei prossimi laboratori settoriali, che avranno inizio il 22 c.m. e proseguiranno presso le singole Aree di coordinamento.